COMUNICATO STAMPA

*MODIFICA STATUTO COMUNALE-DECENTRAMENTO MUNICIPALE, PIRONDINI (M5S):
“RESPINTA DA GIUNTA BUCCI RICHIESTA SOSPENSIVA DELIBERA DI GIUNTA: ENNESIMO
FILOTTO DI ERRORI GROSSOLANI IN CONTRASTO PERSINO CON LA COSTITUZIONE”*

*Genova, 18 febbraio 2021* – “L’ennesima delibera irricevibile piena di
errori che la maggioranza ha deciso accogliere come se fosse oro colato.
Invece è la classica sòla e a farne le spese sarà la democrazia. Le
modifiche proposte relative all’articolo 60 sono infatti in
contrapposizione con l’articolo 4 del Testo Unico Pubblico Impiego, con
l’articolo 107 del Testo Unico Enti Locali (TUEL), con l’articolo 42 del
Testo Unico Enti Locali e con l’articolo 51 del Regolamento del Consiglio
Comunale”.

“Abbiamo chiesto di non votare questo testo poiché confligge a nostro
parere con gli articoli 42 e 43 del TUEL che normano la divisione tra ruolo
politico e ruolo amministrativo. Inoltre, il comma 1 ter è in conflitto con
l’articolo 51 del regolamento del Consiglio comunale poiché sottrae ai
consiglieri comunali la possibilità di fare proposte di delibere per
modificare il regolamento per il decentramento”.

“La maggioranza ha respinto la nostra richiesta, votando contro i propri
interessi: qui, infatti, si delegittima il diritto di iniziativa di tutti i
consiglieri comunali. E ripeto tutti. Il documento creerà molta confusione
tra ruolo politico e ruolo amministrativo”.

Lo dichiara il capogruppo comunale Luca Pirondini, che ha chiesto in merito
anche il parere del segretario generale, “secondo cui bisogna far
riferimento al regolamento dei Municipi e non a quello del Consiglio
comunale. Stiamo votando una delibera che limita le possibilità dei
consiglieri e le mette in mano alla Giunta, contravvenendo al TUEL, ad
articoli della Costituzione e al regolamento del Consiglio comunale”.

“Qui c’è un filotto di errori grossolani, un disastro totale su cui anche
il segretario generale ha detto di essere in difficoltà. A dispetto
dell’evidenza, la maggioranza ha scelto di essere ostinatamente sorda: poi
non ci si dovrà stupire se il documento sarà oggetto di ricorso al Tar”.

*MoVimento 5 Stelle Genova*

Condividi questo articolo: