COMUNICATO STAMPA

*AMT, PIRONDINI (M5S): “ABBIAMO CHIESTO AL COMUNE DI FARE CHIAREZZA E DI
TUTELARE IL PERSONALE VIAGGIANTE. RICEVUTE SOLITE RISPOSTE NON PERTINENTI”*

*Genova, 11 maggio 2021* – “Il consigliere delegato Gambino non l’ha
raccontata giusta: esattamente quale accordo sarebbe stato raggiunto con le
sigle sindacali in merito all’iter che ha trasformato i servizi igienici di
Caricamento riservati al personale Amt in bagni pubblici? Domanda lecita
visto che le sigle sindacali lo hanno platealmente smentito in una recente
nota stampa”.

Così, il capogruppo comunale del M5S Luca Pirondini presentando
l’interrogazione dedicata all’assessore competente Campora, cui è stato
chiesto di fare luce sul millantato “accordo” con le sigle sindacali e di
chiarire cosa intende fare il Comune per tutelare i lavoratori dell’AMT.

“Abbiamo ricordato all’assessore Campora che Genova che i lavoratori del
trasporto pubblico locale genovese metropolitano sono più di 2.000 su circa
200 linee e che i servizi igienici dedicati al personale sono invece poco
più di una decina. Pensare che i wc loro riservati possano trasformarsi in
bagni pubblici è impensabile. Abbiamo inoltre chiesto alla Civica
amministrazione cosa intende fare per tutelare i dipendenti garantendo loro
servizi primari come lo sono quelli igienici, che crediamo debbano essere
esclusivamente riservati a loro senza obbligarli a fare la fila. Domande
semplici cui non abbiamo ricevuto risposte: l’assessore si è limitato a
fornirci un elenco dei servizi in essere e di liquidare come
“misunderstanding” l’accordo (mai siglato semplicemente perché le parti non
si sono mai incontrate) tra il consigliere Gambino e le sigle sindacali.
Ancora una volta, dalla Giunta il solito giro di parole e zero risposte nel
merito dell’interrogazione”, conclude Pirondini.

*MoVimento 5 Stelle Genova*

Condividi questo articolo: